Abilmente Vicenza autunno 2014 - Merletto Italiano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Abilmente Vicenza autunno 2014

Gli Eventi > I Reportages > 2014

Anche quest’anno l’appuntamento con Abilmente ci ha aspettato per mostrare i piu’ svariati prodotti realizzati dalla fantasia e dalla creatività artigianale e come ogni anno ci siamo alzati la mattina presto e siamo arrivati alla fatidica apertura delle 9.30. All’ingresso tantissima gente pronta a prendere d’assalto gli stand: chi con le borse, chi con i trolley, chi con le valigie!!!!
Un gran vociare di prima mattina e appena i tornelli si aprono....via a correre nuovamente questa maratona annuale!
Quest’anno ho scelto di visitare per primo il padiglione del ricamo in modo tale da evitare la troppa confusione e poter guardare e fare acquisti in tutta tranquillità. Dunque, subito a vuotare il portafogli da Gianfranca Tolloi e da Bergamasco, sempre presenti in questa fiera.
La mia attenzione è stata attirata da alcuni lavori eseguiti a macramè, la mia prima passione; ed ecco che vedo alcuni oggetti davvero simpatici: lampade, divanetti, tende, borse, bottiglie rivestite e poi pannelli, intrecci a mo' di dipinti, ciabatte, perfino un costume da bagno.....insomma la fantasia sembra davvero essersi scatenata!! Continuando la visita ho potuto ammirare anche tantissimi gioielli fatti utilizzando la tecnica del pizzo Margarete (una variante del macramé), con pietre dure, nastri e filati dei piu’ svariati materiali. Purtroppo non mi è stato possibile fotografarli e quindi dovrete credermi sulla parola...
Proseguendo con la visita ho finalmente visto l’esecuzione di quello che ritengo essere una delle tecniche piu’ belle e difficili: il merletto di Burano. Due signore pimpantissime, con un’energia addosso che avrebbe fatto impallidire un quindicenne,  mostravano a tutti la propria bravura: il loro pizzo, una favola, le loro mani, precise, esperte, che maneggiavano ago e filo ad una velocità incredibile! Mi sono azzardata a chiedere ad una di loro da quanti anni faceva quel tipo di lavoro e la risposta è stata: beh, se escludiamo il periodo della culla... una vita! Ok, ho capito, se ci sarà un’altra vita potro’ farcela anche io altrimenti...resterà un sogno...o forse no? Chissà...
Passando a descrivere altri settori, confesso di avere un po’ tralasciato il reparto del ricamo; anche perchè quello che ha attirato la mia curiosità è stato un settore in cui si creavano oggetti....con la carta!!
Vi svelo una mia scoperta: la carta, apparentemente cosi’ fragile, non elastica, che lì per lì non ispira così tante idee, puo’ essere utilizzata per creare un sacco di cose. Non mi credete? Allora guardate le foto... e poi non ditemi che non vi avevo avvertito!! Portalampade, borse, reti, cestini, corde, perfino un abito... di tutto di piu’! Per non parlare poi delle fantastiche creazioni di riciclo creativo: plastica, bottiglie, colli di bottiglie, tappi, perfino i rotoli di cartone all’interno della carta igienica!  Morale della favola, quest’anno ho capito che a casa mia dovrò attrezzare una stanza per raccogliere tutto il materiale che fino ad oggi ho buttato...e tutto quello che comprerò la prossima volta ad Abilmente!

Maria Rosaria Mencoboni


 
View Costantino Landino's profile on LinkedIn
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu