Il Merletto di Orvieto - Merletto Italiano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Merletto di Orvieto

I Protagonisti > Umbria

Il  merletto di Orvieto  nasce alla fine dell'Ottocento, si esegue con l'uncinetto e affonda le sue radici nella trina d'Irlanda.
Nel 1907, su iniziativa di alcuni esponenti dell'aristocrazia locale, nacque l'Ars Wetana, società di patronato che si proponeva  di dare alle donne del popolo un'opportunità di guadagno con un lavoro a domicilio non particolarmente gravoso. Fu scelto il merletto d'Irlanda, sia per la sua tipicità, sia perchè consentiva di suddividere il lavoro tra più operaie.
Ben presto il merletto di Orvieto acquisì caratteristiche sue proprie. L'Ars Wetana intendeva "svolgere l'attività di produzione e confezionamento di merletti e trine...con particolari richiami ornamentali al Duomo di Orvieto". I tipici motivi decorativi ad ornato riprendono quindi disegni di foglie di edera, di acanto e di vite, fiori eterei, figure ed animali tratti dai bassorilievi trecenteschi del Duomo, catturandoli in una rete impalpabile. La bellezza dell'ornato a rilievo era esaltata dalla stiratura, che, con particolari accorgimenti, faceva sì che esso richiamasse da vicino i bassorilievi del Duomo.
Dopo alterne vicende, l'Ars Wetana ha concluso nel 1974 la sua attività sotto forma di società di patronato per trasformarsi in azienda privata, pur mantenendo intatto il livello artistico della produzione.
Alcune abili merlettaie hanno portato e portano avanti ancora oggi con passione la loro attività, proponendo disegni antichi così come nuove creazioni.
Alcune di esse hanno collaborato, nel 1995, alla creazione della Scuola "Bolsena Ricama", che si è fatta carico di riprendere la tradizione del merletto di Orvieto.


 
View Costantino Landino's profile on LinkedIn
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu