Collezione Pizzuto Maestrini - Merletto Italiano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Collezione Pizzuto Maestrini

I Protagonisti > Toscana

La grande passione per il merletto di Donella Pizzuto e Antonio Maestrini nasce a Firenze, tra le bancarelle del mercato dei Ciompi, ed è facile immaginare una piacevole passeggiata in mezzo a quei banchi, qualche piccolo acquisto qua e là, e fra questi quello di un merletto... il primo fu un pizzo eseguito a macchina ad imitazione del Gros point de Venise, ma per l'innamoramento fu sufficiente!
Iniziò allora un percorso di recupero e di studio, per l'amore dell'arte, per salvare dall'oblio o peggio dalla distruzione (magari per adattarlo ad un nuovo utilizzo) di tanti piccoli tesori...un percorso che continua ancora oggi.
Attualmente la collezione è composta di circa seicento pezzi e comprende merletti ad ago e a fuselli, filet, macramè, buratto, uncinetto, chiacchierino, puncetto, ricami di tutti i tipi, di varie epoche e provenienti da diverse nazioni: Italia, Belgio, Francia, Spagna, Inghilterra, Irlanda, Cina antica, Germania, vari paesi dell'est europeo.
L'amore per il merletto di Donella e Antonio non si è fermata alla semplice raccolta: ad un certo punto del loro cammino hanno sentito il desiderio di condividere la loro passione e contribuire così a far conoscere al grande pubblico questa forma d'arte.
E così, dal 2001, una sessantina dei pezzi sono esposti a Sansepolcro, in una mostra permanente, presso lo Spazio Adele e Ginna Marcelli, in un antico palazzo che ospita anche l'associazione "Il merletto nella città di Piero".
Una storia bella, una passione che continua...
 

 
View Costantino Landino's profile on LinkedIn
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu