Il puncetto - Merletto Italiano

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il puncetto

I Protagonisti > Piemonte

Il Puncetto Valsesiano è una trina eseguita completamente a mano con il solo strumento dell'ago.

Le origini del Puncetto sono misteriose; si può forse farle risalire ai Saraceni che, nel X secolo, avrebbero invaso la valle. E' indiscutibile il fatto che nella sua esecuzione si usano motivi decorativi geometrici, leggeri come una filigrana, che sembrano intarsi e che si ripetono, proprio come nell'arte araba. Testimonianza storica certa sul Puncetto la lasciò Gaudenzio Ferrari, il più illustre artista della valle, che nel 1500 abbellì la veste delle sue Madonne con questa trina. Dopo di lui, pittori e modellatori che operarono nelle cappelle del Sacro Monte di Varallo, ricreando vere e proprie scene di vita popolare, utilizzarono questa trina per nobilitare i costumi di quei tempi.

Il momento di maggiore splendore, però, il Puncetto lo ebbe quando venne scoperto dalla Regina Margherita di Savoia, amante della Valsesia, che lo fece conoscere a corte tra le sue donne, in Francia ed in Inghilterra.

Per lungo tempo, poi, rimase conosciuto solo nella Valle, usato per abbellire i costumi tipici o per ingentilire il corredo delle spose.

Negli ultimi anni, grazie all'interessamento della Comunità Montana Valsesia ed alla volontà di alcune persone appassionate, l'arte del Puncetto sta riconquistando la meritata notorietà.

 
View Costantino Landino's profile on LinkedIn
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu